1 febbraio 2019
Presso il Centro Medico Diagnostico Pa.ma.fi.r. è possibile eseguire il Cone Beam TC Cone beam è una tecnica di [...]
20 marzo 2015
A partire da lunedì 23 marzo 2015 il Centro Medico Diagnostico Pa.ma.fi.r. sarà convenzionato con il Servizio [...]
1 marzo 2014
Il Gruppo Pa.ma.fi.r. comunica a tutti gli assistiti dal fondo Unisalute che a partire dal mese di marzo la [...]
17 febbraio 2014
Presso il Centro Medico Diagnostico Pa.ma.fi.r. è possibile fare una diagnosi precoce dell’endometriosi [...]
4 novembre 2013
Si comunica che il servizio di Refertazione on line è momentaneamente sospeso. Ci scusiamo per il disagio [...]
27 luglio 2012


Dal mese di luglio l’ossigeno-ozono terapia

Dal mese di luglio l’ambulatorio di ortopedia del Centro Medico Plurispecialistico Pa.ma.fi.r. propone l’ossigeno-ozono terapia. Il Centro si avvale della collaborazione del Dott. Carmine Del Gaizo, specialista in ortopedia ed esperto di ossigeno-ozono terapia.

  

CHE COS’È L’OSSIGENO-OZONO TERAPIA?

L’ossigeno-ozono terapia è una metodica consolidata da anni per il trattamento di numerose patologie. È una metodica poco invasiva ed assolutamente sicura. Utilizza una miscela di due gas: ossigeno e ozono. Tale miscela, generata da un apposito strumentario, aiuta i nostri meccanismi di difesa attraverso la stimolazione di enzimi antiossidanti e l’inibizione dei mediatori dell’infiammazione. Sfrutta le particolari potenzialità dell’ozono, un gas molto simile all’ossigeno, capace di combattere i microrganismi patogeni (virus, batteri e miceti), di stimolare la rigenerazione dei tessuti e di produrre effetti analgesici e antiinfiammatori.

 

QUALI SONO I SUOI CAMPI DI APPLICAZIONE?

L’ossigeno-ozono terapia può supportare le terapie convenzionali in diversi campi della medicina, primo fra tutti quello dell’ortopedia.
Con la PAET (piccola autoemotrasfusione con iniezione intramuscolare), l’ossigeno-ozono terapia può coadiuvare il trattamento di: depressione, cefalea, herpes, acne, epatiti, patologie infiammatorie del colon e reumatismi articolari.

 

QUALI SONO LE SUE APPLICAZIONI IN ORTOPEDIA?

In ortopedia l’ossigeno-ozono terapia è sfruttata come supporto delle terapie convenzionali e, nello specifico, per il trattamento delle:

    • patologie della colonna vertebrale, quali le discopatie (lombosciatalgie, cervicobrachialgie)
    • neuropatie degli arti superiori ed inferiori (es. sindrome del tunnel carpale)
    • artropatie
    • tendiniti

 

IN COSA CONSISTE E QUANTO DURA UNA SEDUTA?

Con normali siringhe si inietta una miscela di ossigeno e ozono nelle zone da trattare. La durata di una seduta varia da 10 a 15 minuti. Il numero di sedute dipende dalla patologia da trattare e dalla sensibilità al trattamento.

 

ESISTONO RISCHI?

L’ossigeno-ozono terapia, se eseguita da un medico specialista secondo protocollo, é una procedura a basso rischio anche di embolia. Infatti, se per errore una parte di gas dovesse andare in vena (<20cc), si scioglierebbe immediatamente nel sangue.

 

CI SONO CONTROINDICAZIONI?

Le applicazioni di ossigeno e ozono sono a basso rischio di effetti collaterali. In linea di massima, non presentano controindicazioni e non provocano allergie. Sono assolutamente controindicate in caso di:

    • gravidanza
    • ipertiroidismo
    • favismo
    • gravi malattie cardiovascolari e/o ematologiche e/o respiratorie “in fase clinica di scompenso”.